Ancora intimidazioni per il sindaco di San Giovanni in Fiore

Antonio Barile, sindaco di San Giovanni in Fiore (Cosenza), ha ricevuto nuovamente un atto intimidatorio: la notte scorsa ignoti hanno tagliato diversi alberi di un giardino che si trova nei pressi del municipio, lasciando anche una scritta ingiuriosa, su di un muro, ai suoi danni.

Si tratta – afferma Barile – di un ulteriore gravissimo fatto. Solo qualche giorno fa l’ultimo atto intimidatorio. I bulloni delle ruote dell’auto su cui viaggiava mia moglie e la nipotina sono state allentate. Poteva essere una tragedia. E’ una situazione pesante. Tanti episodi anche nei mesi scorsi, avevo pensato a degli atti vandalici. Non ho paura, lo avevo messo in conto quando ho deciso di fare il sindaco”.

Solidarietà è stata manifestata dal senatore del PdL, Antonio Gentile, in una nota ”San Giovanni in Fiore e’ stato un teatro di rinnovamento e di ricambio dopo decenni di monopolio di sinistra ed e’ un paese dove la poverta’ ha raggiunto livelli estremi. Siamo certi anche che la Procura della Repubblica di Cosenza, attraverso il suo responsabile, dott Granieri, sapra’ individuare al piu’ presto i responsabili di questo ignobile gesto che offende un Sindaco giovane e amato dalla sua comunità”. ”Rivolgo all’amico sindaco Antonio Barile la mia piu’ sincera solidarieta’. Abbiamo gia’ chiesto per lui la protezione e porteremo la questione San Giovanni in Fiore in commissione parlamentare antimafia” ha concluso Gentile.

Barile ammette di non essere impassibile di fronte a certe minacce “”Non ho paura e vado avanti, ma le abitudini le ho cambiate. La sera non esco piu’ da casa”. Tuttavia si dichiara determinato a continuare l’opera intrapresa per il suo paese: “E’ una cosa gravissima, ma continueremo nella nostra azione amministrativa aggressiva, contro gli sprechi e per il recupero del patrimonio; abbiamo effettuato delle scelte, abbiamo toccato tanti interessi. E’ l’unico modo per far rinascere questo paese, che altrimenti non ha futuro”.

Anche il presidente della Regione Calabria, Giuseppe Scopelliti, informa una nota dell’ufficio stampa della Giunta, ha espresso vicinanza al Sindaco di San Giovanni in Fiore. ”Si tratta – ha detto Scopelliti – di un gesto vile, teso a scoraggiare, ancora una volta, l’azione di un sindaco calabrese. Mi auguro che si faccia luce sugli autori e sul movente di questo grave atto che non solo colpisce un bravo amministratore, ma offende l’intera comunità di San Giovanni in Fiore”.

Al sindaco Barile – ha concluso Scopelliti – esprimo ancora la mia solidarieta’ e lo esorto a proseguire con piu’ determinazione di prima”.
Intanto la Procura di Cosenza ha aperto un fascicolo su questi atti di intimidazione.