Reggio: rinviato l’interrogatorio a Scopelliti sul “caso Fallara”

E’ stato rinviato a data da destinarsi l’interrogatorio del presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti da parte del procuratore di Reggio Calabria Giuseppe Pignatone, fissato inizialmente per oggi. Il rinvio si e’ reso necessario per impegni istituzionali a Roma del Governatore. Scopelliti, nella sua qualita’ di ex sindaco di Reggio Calabria, ha ricevuto nelle scorse settimane un invito a comparire nell’ambito delle indagini sul cosiddetto ”caso Fallara” nel quale si ipotizza a suo carico il reato di falso in atto pubblico. L’inchiesta e’ stata avviata dalla Procura di Reggio nei mesi scorsi in seguito alle denunce di esponenti del Pd reggino su indebite competenze erogate alla dirigente dell’Ufficio finanze del Comune, Orsola Fallara. Quest’ultima, indagata dalla Procura per abuso d’ufficio in relazione alla percezione di una somma di 750 mila euro, si e’ suicidata nel dicembre scorso ingerendo acido muriatico all’indomani di una conferenza stampa nel corso della quale aveva detto di essere ”stata distrutta” e ribadendo la legittimita’ degli atti. L’inchiesta si e’ poi estesa e la Procura reggina ha disposto una serie di accertamenti tecnici sui conti del Comune dai quali sarebbero emerse una serie di irregolarita’ nei bilanci dell’ente dal 2008 al 2010. Il 19 ottobre scorso, Scopelliti, rendendo noto di essere indagato, aveva sostenuto di essere ”fermamente convinto che nel corso dell’esame richiesto dai pm potro’ chiarire la mia totale estraneita’ ai fatti che oggi mi vengono contestati”.