Reggina: Breda non si tocca (anche perchè non ci sarebbe motivo)

Roberto Breda resta saldamente sulla panchina amaranto: a confermarlo il presidente Foti che oggi ha avuto al Sant’Agata un confronto con la squadra e ha chiesto ai giocatori di mettersi maggiormente a disposizione del gruppo piuttosto che perseguire obiettivi singoli e personali.
In società è forte la convinzione che i problemi dell’ultimo periodo (una sola vittoria nelle ultime cinque partite) siano legati più ai calciatori che al mister, che ha non solo la piena fiducia ma anche la totale libertà della gestione tecnica del gruppo.

I tanti rumors di esonero dopo la sconfitta di Verona sono assolutamente smentiti da una società che continua a puntare sul tecnico ex Salernitana, anche perchè la squadra si trova ancora saldamente in zona play-off e anche nell’ultimo incontro è apparsa assolutamente viva e avrebbe certamente meritato il pareggio in un secondo tempo a tratti arrembante, in cui i forti padroni di casa dell’Hellas Verona sono stati a lunghi tratti schiacciati nella loro area di rigore.
In molti continuano a parlare di voci su un possibile esonero del mister, ma di concreto non c’è nulla o comunque poco. Tra i nomi dei possibili sostituti va assolutamente depennato quello di Atzori, che per regolamento non può allenare un’altra squadra in questa stagione essendo già stato l’allenatore della Sampdoria; ma anche Calori e Apolloni non sembrano essere nel mirino della società. Più insistenti le voci su Lerda ma nell’ambiente amaranto tutti aspettano una prestazione convincente contro la Sampdoria (possibilmente con una vittoria) nel big match di sabato (ore 18:0) al Granillo, per spazzare definitivamente via tutte le voci di avvicendamento in panchina.