Ponte, Lombardo: “basta prese in giro, ci muoveremo in migliaia”

Credo che non ci sia ancora un ‘no’. Sarebbe veramente singolare che dopo tante aspettative, soprattutto dopo tante risorse, dopo tanti soldi che sono stati spesi anche in questi ultimi tre anni lo si mettesse in discussione”. Lo ha detto il presidente della Regione Raffaele Lombardo a Catania rispondendo alle domande dei giornalisti a margine di una sua visita all’Expobit del Mediterraneo. ”Ricordo che il Movimento per le Autonomie – ha aggiunto- fu formato per quella perequazione delle infrastrutture rispetto alla quale siamo in grande ritardo e dovremmo avviarci a pareggiare il conto con le regioni del nord”. ”Preso dall’attivita’ di Governo – ha evidenziato il governatore della Sicilia – non dico di aver perso lo spirito che ci portava alla militanza, alla lotta e alla manifestazione, ma se serve ci muoveremo a migliaia perche’ questa storia del Ponte non continui ad essere una enorme, stratosferica, secolare presa in giro”. A chi gli chiedeva perche’ avesse abbassato lo sguardo davanti lo stand del Ponte, Lombardo ha risposto: ”Ho abbassato lo sguardo perche’ lo conosco a memoria e mi sono stancato di vedere modellini. Spero – ha concluso il leader del Mpa – di poterlo vedere realizzato e di poterlo percorrere”.