Nella “squadra” del nuovo governo Monti c’è un solo calabrese; nessun siciliano

Antonio Criticalà

Tra i tanti nomi circolati nei giorni scorsi per ministeri e sottosegretariati, ci si aspettava una “squadra” di governo molto più “meridionale” – geograficamente parlando – rispetto a quanto poi è stato nei fatti. Tra i ministri, infatti, non ci sono nè Siciliani nè Calabresi ma solo due meridionali, entrambi Napoletani, di fronte a una stragrande maggioranza di “nordici“.
Antonio Catricalà è stato nominato Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed è l’unico Calabrese nella “squadra” del governo di Monti, il 63° della Repubblica italiana.
Catricalà, giurista 59enne, è infatti nato a Catanzaro. Dopo essersi laureato in giurisprudenza a Roma, ha intrapreso la sua carriera giuridica ed è stato consigliere e presidente di sezione del Consiglio di Stato. Oggi inizia la sua “avventura” da sottosegretario alla presidenza del consiglio, un ruolo fondamentale che era ricoperto fino a poche ore fa da Gianni Letta.