Melanzane con l’agliata.

Arturo, il nostro medico di famiglia, amico carissimo che saluto, per anni ha mangiato le melanzane fritte con l’agliata di zia Peppina, convinto che fossero funghi. Proprio cosi. Vi garantisco che ci casca chiunque e nel contempo sfido chiunque a riconoscerle. Oltre naturalmente ad assicurarvi che sono meravigliose. Provateci.

Intanto preparate l’agliata. Non sapete cos’e'? Niente paura e’ una salsa antichissima, povera, semplice  e meravigliosamente gustosa. In un grande strofinaccio mettete della mollica di pane raffermo sbriciolata in grossi pezzi; aggiungete due spicchi d’aglio, pepe nero e un bel po’ di foglie di mentuccia. Chiudete lo strofinaccio e schiacciate il tutto battendo vigorosamente con il palmo della mano in modo che aglio e menta rilascino tutto il loro aroma nella mollica. Infine saltate il composto in poco olio e sfumate con aceto di vino rosso. La vostra salsa e’ pronta. Ora sbucciate parzialmente le melanzane, tagliatele a pezzettoni, infarinatele e friggetele  in abbondante olio extravergine. Disponetele in un grande piatto da portata e, ancora calde, versateci sopra la vostra agliata distribuendola uniformemente.  Lasciatele  riposare un paio di minuti  in modo che il tutto si insaporisca e servitele ……. tiepide accompagnadole con un buon rosso fresco.

Tornando all’agliata, va da se che essendo una salsa puo’ essere usata per insaporire o condire i piatti piu’ svariati. Provatela sulle boghe   infarinate e fritte. Per chi non lo sapesse  le boghe sono le nostre ope, un pesce di poco conto che cosi’ diventa ….. prezioso e impreziosisce la vostra tavola.