Incidente nel catanese: precipita un elicottero del 118. Muore il copilota

E’ avvenuto intorno alle 10 di stamane l’incidente che ha coinvolto un elicottero del 118 partito da Caltanissetta e diretto a Messina. L’elicottero e’ caduto nei pressi di Ramacca, nel catanese, in linea d’aria, vicino al Cara di Mineo.

Il bilancio è di un morto e quattro feriti. Sergio Torre, il copilota, ha perso la vita. Il pilota, una paziente e un’anestesista sono rimasti feriti e sono stati trasportati a Catania.

Nell’ospedale Cannizzaro sono ricoverati in prognosi riservata, ma non in pericolo di vita, per la frattura del femore, il medico anestesista Rita Di Manno, di 54 anni, originaria di Nissoria (Enna), e l’infermiere professionale Antonio Giuffrida, di 52, di Caltanissetta. All’ospedale Garibaldi di Catania, vigile ma sotto choc, e’ ricoverato il pilota dell’elicottero del 118, Luca Troia, di 47 anni, originario di Gaggi (Messina), le cui condizioni non appaiono particolarmente gravi. La quarta persona ferita e’ una paziente nissena, A. D., che doveva essere trasferita da Caltanissetta a Messina per un’emorragia celebrale come esito di un ictus. E’ ricoverata con la prognosi riservata al Vittorio Emanuele di Catania.

La Procura di Caltagirone ha aperto un’inchiesta sull’elicottero, per il quale il procuratore capo Francesco Paolo Giordano ha disposto il sequestro. Il fascicolo, che non ha indagati, e’ contro ignoti e ipotizza i reati di omicidio e feriti colposi. È stato vietato l’accesso alla zona, ad accezione dei soccorritori autorizzati, per timori di esplosioni.

Disposta l’autopsia sul copilota Torre, la cui salma e’ stata trasferita nell’obitorio di Caltagirone.

L’ipotesi al momento più condivisa è quella del banco di nebbia, che avrebbe oscurato la zona di volo facendo perdere la visibilita’ ai piloti.

I primi soccorsi sono arrivati da parte dell’equipaggio di un elicottero del secondo nucleo aereo della guardia costiera di Catania. Si tratta di un AW 139 decollato dalla Base aeromobili etnea in attivita’ addestrativa che, sentite le comunicazioni via radio di un elicottero del 118 precipitato poco prima per un urto con delle pale eoliche, si e’diretto subito nel luogo dell’incidente per prestare i primi soccorsi ai feriti.

“Il primo pensiero – ha dichiarato l’assessore regionale per la Salute, Massimo Russo – va ai familiari del pilota, caduto nell’adempimento del proprio dovere, e a tutti i medici e gli infermieri che ogni giorno rischiano la vita nell’espletamento di un servizio estremamente importante per i cittadini. Anche oggi, pur in condizioni meteorologiche non ottimali, l’equipaggio non si è sottratto al delicato compito di trasportare una paziente in gravi condizioni verso l’ospedale di Messina”.

“Cordoglio ai familiari della vittima e grande apprensione per le condizioni dei feriti” e’ stata espressa dal sottosegretario di Stato al lavoro e alle Politiche sociali, Nello Musumeci.

Parole di cordoglio anche da parte del  presidente Lombardo: “Sono vicino ai familiari di Sergio Torre, in questo momento di grande dolore. La sua morte suscita particolare sgomento, al pensiero che è avvenuta mentre svolgeva il suo lavoro, nel soccorso a un paziente in gravi condizioni. Un pensiero va anche ai feriti nell’incidente di oggi sulle cui condizioni ho chiesto di essere aggiornato costantemente”.