Federalismo fiscale e perequazione: l’autonomia della responsabilita’. Convegno a Palermo

Si svolgerà il 4 e il 5 novembre a Palazzo Comitini, un convegno organizzato dall’assessorato regionale per l’Economia. Durante l’incontro si tenterà di rispondere ad alcuni interrogativi attuali e urgenti: quali sono i costi del federalismo fiscale? Se ne avvantaggera’ piu’ il nord o il sud? La Sicilia ha da temere da questa riforma?

I lavori avranno inizio alle 16,30 di venerdi’ con l’introduzione del presidente della Regione, Raffaele Lombardo, e del presidente della Conferenza episcopale siciliana, cardinale Paolo Romeo, che parleranno de “Gli orizzonti istituzionali e sociali del federalismo fiscale”.

Poi, la prima tavola rotonda: “L’autonomia regionale tra attuazione del federalismo e dinamiche di sussidiarieta’”. Moderera’ Salvatore Raimondi, dell’Universita’ di Palermo.

Presenzieranno anche parte Enrico La Loggia, presidente della Commissione bicamerale per il Federalismo fiscale, Giovanni Pitruzzella, componente della Commissione paritetica Stato/Regione siciliana, Lorenza Violini, della Statale di Milano, Giuseppe Verde, dell’Ateneo palermitano, e Salvatore Taormina, dirigente generale del dipartimento Finanza e credito.

Sabato alle 9,30 si aprirà una seconda tavola rotonda su: “Perequazione, costi standard: obiettivi di responsabilita’ e di sviluppo”, moderata da Salvatore Carrubba, direttore editoriale de Il Sud.

Interverranno, tra gli altri, Luca Antonini, presidente della Commissione per l’attuazione del Federalismo fiscale, Giorgio La Spisa, vice presidente della Regione Sardegna, Adriano Giannola, presidente della Svimez, Daniele Franco, capo ufficio studi della Banca d’Italia.

A conclusione della mattinata si terrà un’altra tavola rotonda su: “Federalismo e coesione sociale”, moderata da Giovanni Pepi, condirettore del Giornale di Sicilia. Vi prenderanno parte Maurizio Bernava, segretario generale della Cisl siciliana, Andrea Piraino, assessore regionale per la Famiglia, le Politiche sociali ed il Lavoro, Giacomo Scala, presidente dell’Anci, Pietro Busetta, dell’ Universita’ di Palermo.

Gaetano Armao, assessore regionale per l’Economia,chiuderà con il saluto finale.