All’Aquila, presentata l’Assemblea plenaria 2011

I riflettori tornano sull’Abruzzo, questa volta per illuminare la regione. Stamani è stato presentato il progetto dell’Assemblea Plenaria Calre 2011 che si svolgerà all’Aquila dal 24 al 26 novembre e per la quale sono attese 74 delegazioni provenienti da otto Paesi europei, nei quali le Regioni possiedono già potestà legislativa. “L’Assemblea Plenaria Calre 2011 rappresenta una grande occasione per l’Aquila e per l’Abruzzo. Per tre giorni, la nostra regione, diventerà  il luogo simbolo delle Politiche europee”, così si è espresso Nazario Pagano, Presidente del Consiglio Regionale, che già lo scorso anno ha fatto da guida alla Conferenza delle Assemblee legislative regionali europee, la Calre appunto.

L’iniziativa, alla quale presentazione hanno partecipato anche il Generale Carmine Lopez, Gianluca Liberati (Banca di Credito Cooperativo di Roma) e Paola Di Salvatore, dirigente Sviluppo del Turismo, Politiche culturali della Regione Abruzzo, ha il ruolo di concludere un percorso lavorativo durato un anno durante il quale le istituzioni abruzzesi hanno promosso alcuni progetti e protocolli per favorire le Assemblee regionali, oltre che ad aver sostenuto attività che avessero come scopo l’attuazione del principio di sussidiarietà sancito e definito dal Trattato di Lisbona; principio secondo il quale si passerebbe da un Europa di Stati ad un Europa di Regioni, esaltando così il valore dei cosiddetti corpi intermedi, più vicini al cittadino e destinatari di un diritto al libero esercizio della competenza.

Alla Plenaria aquilana sarà, inoltre, eletto il successore di Pagano che guiderà la Conferenza nel 2012: “La mia elezione alla guida della Calre ha rappresentato un segnale di grande attenzione per l’Abruzzo che, per la prima volta dalla sua istituzione, è stata chiamata ad assolvere un ruolo di così alto profilo in Europa”. I lavori si svolgeranno presso la Caserma della Guardia di Finanza di Coppito a seguito di una decisione del Consiglio regionale, che considera la Caserma il simbolo di rinascita della città ferita dal terremoto che ha colpito il capoluogo e la regione nel 2009. Altra occasione per dare visibilità all’Aquila in positivo è un’altra iniziativa interna all’Assemblea Calre, di stampo più culturale e che riguarda l’intrattenimento: un concerto (finanziato dall’Ance e dalla Bcc di Roma) al quale parteciperanno gli Ambasciatori degli otto Paesi europei componenti della Calre che si svolgerà nella Basilica di Collemaggio.

L’Aquila centro dell’Europa per tre giorni e laboratorio di idee, discussioni, progetti per avvicinare l’Europa ai cittadini europei, per diffondere consapevolezza e per informare su quelle disposizioni che sembrano tanto lontane da noi.